L’Associazione Turistica Pro Crespina , con l’originario nome di “PRO LOCO”, nasce nel Febbraio del 1960 su iniziativa di un gruppo di cittadini. Lo scopo primario era quello di organizzare e promuovere l’antichissima “Fiera delle Civette”.

Nel trascorrere degli anni furono organizzate manifestazioni collaterali alla fiera, cominciando da quelle più classiche e modeste di ispirazione popolare come “il tiro alla fune”, “la corsa nei sacchi”, ” l’albero della cuccagna”, fino ad arrivare all’organizzazione di mostre di pittura, (una prima edizione nel 1962), festival delle “Canzoni di fine estate” (1963), “Luminaria di S. Michele” (1963), messa in scena della commedia “V liceo” scritta da Guido Ragli (1970), premio letterario “Donne in Poesia” (1977), “Partita a carte viventi in costume” (1979).

Sorse l’idea di erigere un monumento alla regina di Crespina, “la Civetta” e nel settembre del ’70 Crespina, la Pro Loco, la “Fiera delle civette” ebbero il loro monumento: una scultura in bronzo opera del maestro Angelo Biancini. Di anno in anno sono state fatte scelte per nuove manifestazioni che fossero di gradimento della popolazione , ma soprattutto, che si confacessero con la dignità e il prestigio della “Fiera delle Civette”.